La divisa

Ho uno studente non vedente che va in giro con il cane. Mi sono occorse tre o quattro lezioni per capire che teneva il cane in aula, accovacciato sotto il banco, perché è un cane docilissimo che non si fa notare, e sta fermo in silenzio tutto il tempo, anche se la lezione dura un’ora e mezza. So che non è un fatto straordinario, perché tanti altri cani si accucciano sotto la sedia del padrone al ristorante, e non emettono un guaito, nonostante tutto il cibo che passa di continuo avanti e indietro, e che sentono vivamente con l’olfatto, e che dovrebbe emozionarli molto di più che udire parlare me. Però un giorno ho fatto conversazione con questo studente, e lui mi ha detto “magari non le era mai capitato di fare lezione con un cane in aula”, e io ho detto, “in effetti no, ma all’inizio non mi ero mica accorto, perché è un cane così docile”, e lui mi ha detto che sì, però è docile solo quando indossa l’imbragatura, e appena gliela toglie lui diventa all’istante un cane come tutti gli altri, che abbaia, scappa e fa il bullo. Questo studente mi ha spiegato che l’imbragatura è come una divisa, per il cane dei non vedenti. Quando il cane la indossa si cala nel suo ruolo, in cui deve accompagnare ed essere d’aiuto, e sa che non è il momento di fare quello che gli pare, e ho pensato che ho scoperto un’altra cosa in cui i cani sono più affidabili degli esseri umani.

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...